Sac à poche

La tasca da pasticciere o sac à poche è un utensile da cucina. Il corpo è formato da un sacchetto di forma triangolare la cui punta termina con l’inserimento di una bocchetta decorativa.

La sac à poche o tasca da pasticciere viene utilizzata tanto nel salato quanto nel dolce per riempire più comodamente piccole preparazioni come i bignè e per decorare con salse, burri aromatizzati, purè di patate o con creme dolci.
Viene usata anche per dare la forma a piccole preparazioni di pasticceria come biscotti, meringhe, pasticcini e per decorare le torte.

Molti cuochi la preferiscono alla siringa da pasticcere, attrezzo dalla funzione analoga, perché più semplice da riempire grazie all’ampia apertura opposta alla bocchetta e perché più maneggevole.
Molte cucine professionali, inoltre, hanno in dotazione numerose bocchette in acciaio inossidabile e provvedono a preparare il corpo della tasca da pasticciere al momento, usando forme fatte con la carta da forno (dette cornetti) o simili. Si evita quindi che un ingrediente passi il suo sapore ad altri e si limita la possibilità che il corpo della tasca prenda sapore di detersivo venendo lavato di frequente, almeno per ciò che concerne le sac a poche tradizionali.
Molto più agevole e pulito invece è l’utilizzo di sac a poche monouso.

Il termine sac à poche è un esempio di falso francesismo ottenuto dalle parole sac (sacca o busta) e poche (tasca).
In francese, il detto strumento viene chiamato poche à douille (in italiano sacca a bocchetta).

Apparentemente semplice da utilizzare, a seconda del livello estetico che si desidera ottenere nelle decorazioni e preparazioni realizzate con la sac a poche, sono disponibili dei master di formazione, sia per appassionati amatori che per i professionisti.

Visita il calendario delle lezioni per prenotare il tuo posto al corso.